Due pollici.

2 Gen

Premetto che per me l’anno nuovo inizia a ottobre, io ragiono in anni accademici e non solari. Il Capodanno mi sembra solo una scusa per chiacchierare un po’, messo così, a metà dell’inverno. Non fa da spartiacque tra un clima e un altro, fa freddo costante da inizio dicembre a metà febbraio. È una scusa per dormire un po’ più a lungo, questo è certo.

Devo studiare, ho retto solo un’ora stamattina e non riesco a trovar pace per farlo – e assumo posizioni sempre più scomode sulla sedia, così avrò una buona scusa per alzarmi perché mi farà male la schiena. Il cielo è uniforme, forse da qualche parte è leggermente più grigio: al mio stomaco non piace. Sono giorni che pulisco, ordino e lavo casa e torna inesorabile la polvere, ogni mattina. È la nostra maledizione del passato.

Forse sarò sempre più flusso di coscienza che scrittura ponderata su questo blog – scrivere da pc mi fa riflettere molto di più, i piccoli tasti del telefono sono così stretti che non mi danno il tempo di pensare. Due pollici per scrivere sanno molto meno di quanto potrebbero dirvi 10 dita tutte insieme.

20120102-151130.jpg

Annunci

2 Risposte to “Due pollici.”

  1. LauraMatrioska gennaio 3, 2012 a 16:49 #

    Aaaaaaaagnis! 😀 Come fai ad aggiornare il blog con il cellulare? Sarà una vera noia! 😀 A me il Capodanno non piace, decisamente. u.u

  2. Evss. gennaio 3, 2012 a 16:57 #

    Ciao Agnes. ! *-*
    Innanzitutto: Buon anno, anche se vedo che non ti piace molto.
    Mi spiace che ci sentiamo poco, io ultimamente sto malino, non mi va di star sul blog, preferisco leggere o impegnarmi in qualche attività creativa, per passare il tempo. A Natale sono stata in famiglia, sai? Una cosa intima, non sopporto il caos generale delle persone che si ricordano all’ultimo minuto che devono far i regali e si perdono cent’anni di vita in una sola giornata per cercare un centro commerciale aperto alle sette di sera. Io, invece, sono solita a far i regali un mese prima, con tutta calma, di solito sono semplici e fatti con il cuore. Il Natale d’oggi è solo consumismo. D:
    Sai anche anche io riesco ad aggiornare con il cellulare? Solo che è un touch, quindi i tasti non ci sono neanche, ma credimi, il correttore automatico è peggio del tastini stretti, a volte.
    Come stanno andando le tue vacanze? Quando avrai il prossimo esame?

    Scusa il commento chilometrico, spero di sentirti presto.
    Un abbraccio, Evss.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: