Dietro una tenda c’è un miraggio.

5 Lug

Badabum bum bum. Ora mi esprimerò per onomatopee, perché al pubblico piacciono, e anche perché ho perso molta della mia capacità di linguaggio. Cammino in un bosco e dopo aver perduto quasi tutto, arrivo ad una casetta e cosa incontro? Un commesso del supermercato, vestito di blu, di giallo e di rosso, che apre una tenda e la casa scompare ed al suo posto c’è il mare che scroscia e sferraglia, ma è in burrasca di buon augurio, come quel vento che si porta dietro capitan Uncino, e forse arriva anche lui, a dorso del coccodrillo, perché non è vero che sono nemici i due, si rincorrono solo perché sull’Isola che non c’è non hanno niente di meglio da fare, e per insegnare al mondo che si potrebbe essere amici anche litigando ogni tanto, non c’è bisogno di essere permalosi, prendersela e voltarsi le spalle per sempre, un battibecco può accadere, ma non è quello che rovina i vecchi legami. Certo, per il povero Capitano c’è andata di mezzo anche la mano, ecco, quella perdita avrebbe potuto mettere in difficoltà i rapporti, invece no, no. Anche oltre a questo i due sono riusciti ad andare. Comunque sono qui e sono arrivati, sono un bellissimo ragazzo con i baffi a punta e gli occhi azzurri, e il suo coccodrillo da compagnia, come un’iguana, quando ero un po’ più piccola ne avrei voluta una anche io, perché è il cucciolo che ogni scrittore deve avere come requisito per essere iscritto all’albo.

Ho messo uno sfondo con un arco ghiacciato che si immerge nel mare, così forse il mio computer si riscalda di meno.

Annunci

2 Risposte to “Dietro una tenda c’è un miraggio.”

  1. LauraMatrioska luglio 6, 2012 a 12:39 #

    Agnis! 😀 Ho fatto l’esame, è andata bene, ho preso 28 su 30, adesso è tutto finito finalmente! Sono contentissima! *///* Ti dirò, io ansia per gli esami non ne ho proprio avuta, gli scritti sono filati tutti lisci come l’olio, ma l’orale, non so perché, forse perché avevo ripetuto pochissimo e avevo imparato solo la mia tesina, ahahahah! Però insomma, tutto sommato non c’è mica da lamentarsi, adesso devo preparami per l’università, che emozione! *OOO* E che paura. >3< Tu invece come stai? Non vai mai in vacanza? uwu Bacinininini! ♥♥♥

  2. LauraMatrioska luglio 8, 2012 a 12:26 #

    Come fai a studiare così tanto? D: Credimi, sono arrivata ad un certo punto, io, che non sapevo più dove mettere mani, quindi ho rinunciato al mio solito studio matto e disperatissimo. ç///ç Infatti per gli esami non mi sono ammazzata di studio, anche perché poi ho pensato, se ho studiato durante l’anno adesso mi basterà solo ripetere qualcosina, no? èOé Ma ora ho finito tutto e non devo più preoccuparmi di quello stupidissimo liceo, a mai più rivederci! Ho sempre detto che se un giorno dovessi tornare a fargli visita non saluterò nemmeno un prof, ecco, tranne quella di matematica e fisica (che cosa assurda, le due materie che più odio! :°°°D) e quella di geografia astronomica, loro con me si sono sempre comportate bene. uwu Lunedì finalmente vado a fare un po’ di shopping, sono contentissima, e in settimana andrò anche a tagliare i capelli con una mia amica. Ho deciso che mi farò un taglio orribile, con una frangia drittissima, la gente odia i miei tagli di capelli, AHAHAHAHAHAH! :°°°D Se capiti a Matera in questi giorni (cosa poco probabile, ma l’invitò te lo faccio lo stesso. uwu), comunque, puoi venire in piscina da me, è divertentissimo. (uOu)7 Chuchuchu! ♥♥♥

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: