Ripartire.

5 Set

Ricominciare a studiare e poco giocare rendono Agnese incapace di scrivere.
Ricominciare a studiare e poco giocare rendono Agnese incapace di scrivere.

Mettere Viva l’Italia come ultima canzone in fondo all’album con le storie dei partigiani è qualcosa che ti riporta momentaneamente in vita, dopo l’amarezza precedente. E’ la settimana dei concerti nella Cittadella dietro casa, forse potrei andare a vedere qualcosa, sebbene conosca ben poche delle canzoni che faranno. Ho fame di carboidrati, mangerei solo quelli. Devo escogitare qualcosa per stare più comoda davanti al computer. Fra poco la città inizierà a ripopolarsi, e non vedo l’ora. Poi apriranno la mostra su Kandinsky e spero di riuscire a vederla. Vorrei nutrirmi di posti da visitare, libri da leggere e film da guardare – un assorbimento di cose culturalmente appaganti, anziché rincretinire davanti al computer. In inglese “cemento” si dice “concrete”, perché forse impersonifica bene l’idea di qualcosa di solido e poco campato in aria, rispetto a tanti arzigogoli inutili.

La Notte di San Severo è forse una delle mie canzoni preferite, è legata ad un’altalena ed ai rami toccati con i piedi. Ad un passato che non ci ricordiamo mai di avere – se non nel senso negativo del termine.

… o comunque, tutto questo avevo iniziato a scriverlo ieri, e stamattina apro il giornale e guarda un po’, c’è un articolo sui fratelli Cervi che poi sono i protagonisti della canzone La pianura dei sette fratelli dell’album di cui parlavo ieri, che si chiama Appunti partigiani e non l’avevo detto.

 
Ho messo un’immagine di Benedict Cumberbatch e Martin Freeman che corrono verso di me come sfondo del desktop. Mi mette allegria. Ci vuole qualcosa di stimolante a salutarti quando cambi cartella, se devi passare tutto il giorno al computer, no? Finalmente ho visto l’ultimo episodio di Sherlock, made in BBC. Intanto mi innamoro di come si può raccontare la stessa storia in modi diversi, ambientandola ai giorni nostri anziché a fine Ottocento, è un esercizio di scrittura meraviglioso. Poi mi innamoro della maniera di recitare quando guardo i film in lingua originale, e ho anche imparato il labiale! – in barba a quando mi prendevano in giro perché non spaevo farlo. Anche se lo so fare solo in inglese e non in italiano… Bah. Mi riescono le cose in maniera più complicata di quel che dovrebbe essere, come la corda che so saltare solo all’indietro. In ogni caso, se doveste iniziare a guardare una nuova serie televisiva, non c’è niente di meglio di quella.

Ho guardato il film di Thor. E’ supermuscoloso ma carino e coccoloso. Poi arrivi alla fine e vedi che la regia è di Kenneth Branagh, che di solito se deve partecipare ad un prodotto hollywoodiano, o Shakespeare o niente. Quindi abbiamo capito un motivo della qualità della storia rispetto alle solite buzzurrate da supereroi che a me non piacciono per niente. Inoltre non si rifiuta mai di guardare le performance di un omone enorme e secondo me dovrebbero inventare un cinema dove si proiettano i film solo in lingua originale, coi sottotitoli magari, anche in italiano, non necessariamente in inglese, ma a me piacerebbe e ci andrei sempre. Potrebbe essere un’alternativa di lavoro. Anche se siamo arretrati e non ci andreste voi, vero?

Sabato scorso a Pisa c’è stato
un raduno di Batman, in piazza dei Cavalieri – Oscuri, per l’occasione. Ho raccattato un po’ di cose per farmi un costumino, ma se avessi avuto più tempo… La prossima volta darò il meglio! Abbiamo anche fatto un fermo immagine generale, dove ognuno improv-visava delle scene, il mio ragazzo in borghese si accingeva a fare una fotografia, mentre la mia amica Catwoman gli rubava il portafogli, e io dietro, a mo’ di Batman, pronta a colpirla con un esaltante mossa di kungfu-gomitata. Però quell’esatta foto non ce l’ho, ne ho solo una con l’ispettore Gordon – molto più credibile di me. La cosa più tenera era la bat-family, con un babbo Batman, mamma Catwoman e baby Robin *_* . Loro avevano vinto.

Annunci

Una Risposta to “Ripartire.”

  1. Tenori Billy settembre 6, 2012 a 11:35 #

    Pù che altro è che singolarmente ci vedono come strane e da casa di cura, quando siamo in gruppo almeno riceviamo non dico chissà quanti complimenti, ma almeno uno o due sì xD Io ne ho pure una dove abito ma non mi piace,sarà l’ambiente o i prezzi troppo alti, ma credo che d’inverno ci andrò più spesso col mio ragazzo. Comunque sei molto yeah nella foto! **

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: